sabato 30 gennaio 2010

The rooftop concert video..










30 gennaio 1969:The Beatles rooftop concert...



Quella mattina è una mattina grigia e invernale, nella migliore tradizione londinese: i Beatles arrivano di buon ora e verso mezzogiorno sono pronti per salire sul tetto e imbracciare gli strumenti. Sul tetto è già tutto pronto; telecamere montate, un organo e una tastiera per Billy Preston, la batteria di Ringo, le chitarre di John e George, il basso di Paul. L’attacco è “Get back”, suonata come prova del suono. Poi ne arriva subito un’altra versione, più nitida e potente: i Beatles intirizziti suonano per poco meno di quarantacinque minuti in un'esibizione da pelle d'oca e come da anni non li si vedeva e sentiva suonare: semplici, diretti, efficaci, ad appannaggio dei fortunati vicini, dei passanti incuriositi e della Polizia, accorsa in massa per bloccare il gruppo e fermare la confusione che andava creandosi in strada e sui tetti circostanti :Ed è storia! Il rooftop concert fu il loro ultimo concerto e ancora oggi dopo 41 anni lo si ricorda come un concerto unico al mondo, una vera e propria follia dei fab 4,una potenza epica enorme, forse superiore a qualsiasi altro evento rock. E non potevo chiudere l'argomento senza citare la frase di John che tutti voi conoscerete, detta alla fine del concerto:
"We'd like to say thank you on behalf the group and ourselves and hope we passed the audition!"

giovedì 28 gennaio 2010

Una stella per Ringo...


Grande avvenimento per tutti noi fan dei mitici fab 4! Dopo John Lennon e George Harrison, anche Ringo riceverà una stella sulla famosissima Walk of Fame, la strada dei divi. La cerimonia si terrà l' 8 febbraio prossimo lungo l’Hollywood Boulevard proprio accanto al Capitol Records Building, Presto sarà la volta di Sir Paul?

James McCartney sarà il testimone di Sir Paul alle sue nozze..


Secondo i giornali inglesi, il figlio James sarà il testimone di Paul McCartney per le sue prossime terze nozze con Nancy Shevell. Paul è stato sposato due volte, la prima volta con l'indimenticabile Linda , morta di cancro nel 1998 e dalla quale ha avuto tre figli, la seconda con Heather Mills, dalla quale è nata Beatrice.. Ancora voci quindi su un eventuale matrimonio tra Paul e Nancy...non ci resta che aspettare le prossime notizie...





martedì 26 gennaio 2010

Video e nuove immagini dal sito ufficiale di Sir Paul.

Il sito ufficiale di Macca ha pubblicato un articolo sulla recente partecipazione dell'ex beatle ai Critics Choice Awards e ai Golden Globes aggiungendo delle nuove foto e un inedito video.
Per vederli clicca qui
Da PaulMcCartney.com

sabato 23 gennaio 2010

"Everybody Hurts" per Haiti.


Sir Paul McCartney e Sir Elton John saranno tra gli interpreti della cover "benefica"del brano dei REM "Everybody Hurts". Tutti i proventi della canzone andranno a favore delle popolazione di Haiti, colpita così duramente dal terremoto e l'intero progetto è stato organizzato da Simon Cowell, il produttore discografico e giudice del talent sow "American Idol", dietro richiesta del Primo Ministro inglese Gordon Brown.. Il 67enne ex beatle e Elton, 62, saranno accompagnati da interpreti come Robbie Williams, Coldplay, Take That, Leona Lewis, Susan Boyle e il vincitore dell'edizione inglese di X Factor, Joe McElderry.




A Paul McCartney piace X Factor ...


In tre separate interviste l'ex Beatle ha detto: "Ho un buon gruppo che mi accompagna, ormai siamo assieme da nove anni. Mi sento veramente a casa con la mia band; capirete, mi piace far parte di un gruppo". "Parecchi miei amici mi avevano detto di non andare a 'X Factor'. E' una trasmissione pop. Ma ciò che mi ha fatto cambiare idea, a parte il
vastissimo pubblico che ha, è il fatto che si tratta di uno show per famiglie. Conosco dei ragazzini che sono ossessionati da 'X Factor'. E poi è andata anche Beyoncé, e se per lei va bene allora va bene anche per me. In più è una trasmissione che ha fatto emergere Leona Lewis, mica dici niente". "La prima volta che ho sentito parlare dei Them Crooked Vultures è stato quando, a febbraio dell'anno scorso dopo i Grammy, sono andatro a cena con Dave Grohl. Dave mi ha detto che stava mettendo in piedi questo nuovo gruppo con Josh (Homme). Gli ho chiesto chi ci fosse al basso e lui, imbarazzato, mi ha detto che avevano già sentito John (Paul Jones). Quindi ecco che Paul McCartney a momenti diventava il bassista dei Them Crooked Vultures".
Da Rockol.it

giovedì 21 gennaio 2010

In uscita il singolo di I want to come home...

Il sito ufficiale di Paul McCartney annuncia l'uscita del singolo (I want to) come home il primo marzo e sarà distribuito a sorpresa dalla Emi Records. Paul e la EMI si erano lasciati nel 2007 dopo più di quarant'anni di sodalizio e non era stato di certo un addio indolore : l'ex Beatle si era lamentato che la EMI lo trattava come se facesse "parte dell'arredamento", tralasciando la promozione del suo lavoro. Ora la stessa EMI pubblica a sorpresa il singolo di Macca. La canzone era stata registrata per la colonna sonora del film "Everybody's fine", che in Italia dovrebbe arrivare nelle sale il prossimo 9 aprile. La pellicola del regista Kirk Jones vede nel cast Robert De Niro, Drew Barrymore e Kate Beckinsale e come ricorderete candidata ai Golden Globes e ai Critic's Choice Awards.

martedì 19 gennaio 2010

Paul McCartney bocciato..

Facile essere un ex Beatles? Mica tanto. Paul McCartney ha svelato di essere stato bocciato come componente dei Them Crooked Vultures, il nuovo gruppo fondato dall'ex batterista dei Nirvana Dave Grohl. Sir Paul avrebbe chiesto, dopo i Grammy Awards dello scorso anno, a Grohl di entrare a fare parte del suo gruppo. Ma l'ex Nirvana e fondatore dei Foo Fighters gli ha risposto che aveva già scelto John Paul Jones dei Led Zeppelin.

I Them Crooked Voltures è un gruppo musicale fondato nel 2009. Ne fanno parte Dave Grohl, il cantante e chitarrista Josh Homme, ex Queen ot the Stone Age e il bassista e tastierista dei Led Zeppelin John Paul Jones.
Qui il video del servizio di Sky.it

Paul McCartney rifiuta Milano. La Moratti: "Colpa del comitato San Siro"

Limitazioni che "fanno perdere tanto alla città in termini di occasioni, opportunità per la musica per i giovani e quindi anche occasioni e opportunità dal punto di vista del turismo culturale. E mi spiace moltissimo". Così il sindaco, Letizia Moratti, a margine della presentazione dell'accordo con Bergamo per Expo, ha parlato delle limitazioni sui decibel per i concerti a San Siro. Limitazioni che hanno portato Paul McCartney a rifiutare di esibirsi la prossima estate allo stadio di San Siro.

"Il turismo culturale per i giovani - ha detto Moratti - è molto importante, anche come ricadute economiche per la città. Queste limitazioni, che veramente non hanno riscontro in altre città e nascono da comitati di pochissimi cittadini, che tra l'altro prendono pure i biglietti dei concerti e vanno ai concerti, e poi continuano a lamentarsi rispetto ai decibel, sinceramente fanno perdere tanto alla città in termini di occasioni, opportunità per la musica per i giovani e quindi anche occasioni e opportunità dal punto di vista del turismo culturale. E mi spiace moltissimo". Riguardo a possibili iniziative del Comune, "vedremo, l'assessore deciderò", ha risposto Moratti.

Da Affari Italiani.it

Nuove news su Paul in Italia...


Un Beatle all'Arena di Verona per due sere di rock e pop d'alta classe. Sir Paul McCartney sembra sempre pi
ù intenzionato a suonare con la sua band per due sere all'anfiteatro veronese, tra il 17 e il 19 settembre. Sir Paul ha infatti declinato l'invito a esibirsi allo stadio di San Siro a Milano (troppo bassa la soglia di 78 decibel determinata dalla Asl milanese) e ora sta valutando l'opzione-Arena. È lo stesso storico promoter di "Macca", D'Alessandro & Galli, a confermare l'interesse del Beatle per l'Arena, con la possibilità di una terza data del tour mondiale 2010 in piazza Plebiscito a Napoli. «Non credete ad altre voci: siamo solo noi a lavorare per portare a Verona, per due date, McCartney», ci spiega Mimmo D'Alessandro. «Lavoriamo con l'ex Beatle e la sua agenzia, la MPL, dal 1989 e ne abbiamo l'esclusiva. Lo scorso dicembre siamo volati a Dublino, dove ha tenuto il suo penultimo show del 2009, per incontrare Paul e discutere delle date italiane». Il musicista inglese in quel periodo era impegnato nel Good evening Europe tour, iniziato il 2 dicembre e terminato il 22 dello stesso mese.
«Dopo l'ipotesi tramontata dello stadio di San Siro, abbiamo risentito McCartney», ha spiegato ancora il titolare della D'Alessandro &Galli. «E lui ha espresso il suo parere favorevole nei confronti dell'Arena di Verona. Anzi, le cose sono andate esattamente così: noi abbiamo proposto al suo management l'anfiteatro e Paul ha detto subito che gli sarebbe piaciuto suonare in un posto del genere. In questi giorni stiamo lavorando a fare in modo che quest'idea si concretizzi. E le probabilità sono molto alte. Ottenuto il sì, faremo domanda al comune di Verona e staremo a vedere».
«Se McCartney verrà in Italia a settembre», assicura poi D'Alessandro, «verrà certamente all'Arena, per due concerti. La terza data potrebbe essere a Napoli, ma non allo stadio San Paolo, come qualcuno aveva erroneamente comunicato. Stiamo pensando a un'altra location, come piazza Plebiscito».
Sulla data napoletana, l'amministratore dell'Ente provinciale del turismo, Dario Scalabrini, si dice ancora cauto. Per l'Ept lo show di "Macca" sarebbe un altro colpo, dopo quello dello scorso anno, quando a Napoli, arrivò Elton John.
Di sicuro c'è l'ennesimo "no" di una rockstar a Milano, dopo il rifiuto di Bruce Springsteen della scorsa stagione. Il limite di 78 decibel – stabilito dalla Asl dopo una lunga battaglia legale del comitato di abitanti di San Siro e vie limitrofe – sta di fatto togliendo "la Scala del calcio" (come viene soprannominato lo stadio di Inter e Milan) dalla mappa dei tour delle star della musica leggera.
Se pensiamo che un normale viale di una metropoli produce un rumore superiore agli 80 decibel nelle ore di maggior traffico, il "silenziatore" ai concerti appare ancora di più una misura inutile.
Da L'Arena.it

lunedì 18 gennaio 2010

“If you want attention, sit next to Paul McCartney. I never had so many texts in my life.” Julia Roberts



"Animation isn't just for children. It's also for adults who do drugs."- Sir Paul McCartney

Golden Globes and Tea Party pics..













"Hello, I'm Paul McCartney. Or as I'm now known, that guy from Rock Band."

Golden Globes...

Abbiamo sperato fosse possibile fino all'ultimo...eppure per la seconda volta in tre giorni la canzone "The Weary Kind " ha battuto "(I want to) Come home" di Sir Paul. Non sarà tornato a casa con la statuetta, ma il nostro Paul è stato al centro della serata.L' Associated Press ha riportato che ha ricevuto uno scrosciante applauso quando ha preso posto all'interno del Teatro. Paul è apparso nelle vesti di presentatore, esordendo con una battuta " Salve sono Paul McCartney, il ragazzo di Rock band", presentando i nominati alla miglior film d'animazione e infine premiando il film "Up", La serata non sarà andata come Paul avrebbe voluto, ma che serata !

domenica 17 gennaio 2010

McCartney ora punta su Napoli

(ANSA) - NAPOLI, 17 GEN - Paul McCartney sta valutando l'ipotesi di cantare a settembre prossimo in piazza del Plebiscito, a Napoli, rinunciando a Milano. E' quanto scrivono oggi alcuni quotidiani napoletani anche se l'amministratore dell'Ente provinciale del Turismo, Dario Scalabrini, si dice cauto. Per l'Ept sarebbe un altro colpo dopo aver portato a Napoli, lo scorso anno, Elton John. Paul McCartney avrebbe deciso di puntare su Napoli perche' a Milano un regolamento dell'Asl vieta di superare i 78 decibel.

Paul McCartney ai Critics' Choice Awards







Purtroppo Paul non ce l'ha fatta a vincere il
premio come miglior canzone ai Critics' Choice Awards, ma il suo pubblico l'ha votato attraverso il sito VH1, ottenendo un grande consenso e ottenendo il 65% dei voti vincendo on line! Per noi fans è comunque il vincitore della serata! Il premio è andato al brano "The Weary Kind" dal film" Crazy Heart", di Ryan Bingham.

In Italia non abbiamo purtroopo potuto seguire l'intera premiazione, accontentiamoci dei video che circolano su youtube.
Clicca qui per vedere un divertente video della serata.

sabato 16 gennaio 2010

Ringo Starr: 'Paul McCartney è un genio'



tutto su: Ringo Starr


Ringo Starr, l'ex batterista dei Beatles che ha in questi giorni in pubblicazione il nuovo album "Y not", ha cantato le lodi del suo vecchio amico Paul McCartney. Sir Paul ha partecipato a due brani, "Peace dream" e "Walk with you", contenuti in "Y not" e Ringo è entusiasta del contributo. "Paul stava facendo i premi Grammy, è venuto a casa mia perché doveva fare la parte di basso su 'Peace dream'", ha detto Starr. "A un certo punto gli ho fatto sentire quell'altro pezzo e Paul ha detto: 'Dammi le cuffie e un paio di lattine'. E' andato al microfono e si è inventato di punto in bianco la parte in cui segue la mia parte vocale. Non ci potrebbe essere
niente di meglio: rende la canzone più grossa e più piena. Il pezzo sembra una conversazione tra di noi, e l'idea di Paul è stata appunto quella di fare la sua parte una battuta dopo la mia. Ecco perché è un genio e un incredibile bassista".
"Y not" è il successore di "Liverpool 8" del 2008.

Paul McCartney dice no a Milano...forse Napoli e Verona



Sarebbe stata la prima volta di Paul McCartney a San Siro. Anzi, la prima in uno stadio nostrano, visto che il quasi sessantottenne “ Macca” in Italia ha riempito velodromi (il Vigorelli, coi Beatles, 1965), teatri, palasport e luoghi d’arte (piazza San Marco con i Wings nel ‘76, il Colosseo e i Fori imperiali nel 2003), ma mai un tempio del calcio. Poteva essere la prima volta, e forse l’ultima, a dar retta alle voci di ritiro dalle scene nel 2010 per sir Paul.

C’era la disponibilità del Meazza, intorno al 20 giugno, e la paziente diplomazia del promoter Mimmo D’Alessandro, volato a Dublino lo scorso 20 dicembre per trattare i dettagli del concerto direttamente con l’ex Fab Four nel backstage della sua penultima data del tour europeo. E invece Paul McCartney al Meazza non ci verrà. Il limite acustico dei 78 decibel, imposto per legge, proprio non l’ha gradito. Si è preso il periodo delle feste per riflettere, poi ha fatto sapere: Milano no, thanks. Chi vorrà unirsi al quarantennale rito collettivo dei cori per Yesterday, Hey Jude e Let it be, dovrà aspettare con ogni probabilità settembre e mettersi in viaggio per Napoli (San Paolo) e Verona (Arena), città pronte ad accoglierlo. No limits.
Da Repubblica.it

venerdì 15 gennaio 2010

I golden Globes su SkyUno.

I Golden Globe Awards 2010 saranno trasmessi in esclusiva domenica notte su SkyUno. Il collegamento si aprirà domenica 17 gennaio a partire dall’1,00 con il red carpet che precederà la diretta esclusiva della cerimonia di premiazione in onda a partire dalle ore 2.00.
Lunedì 18 gennaio alle ore 22,00 SKY Uno trasmetterà una versione rieditata dell’intero evento. L’evento sarà presentato dall’irriverente comico britannico Ricky Gervais, ma tra i vari presentatori ci sarà anche Sir Paul !!Chissà se sarà anche tra i vincitori!!

giovedì 14 gennaio 2010

Paul McCartney si risposa nel 2011?


Paul McCartney starebbe per risposarsi per la terza volta con l’attuale fidanzata, Nancy Shevell. La probabile terza moglie dell’ex Beatles succederebbe a Linda Eastman (scomparsa nel 1998) ed Heather Mills (dalla quale si è separato nel 2006). Tuttavia il cantante 67enne starebbe preparando la cerimonia in gran segreto come rivela un amico del musicista al quotidiano Daily Express: “tra Paul e Nancy le cose vanno alla grande, e non c’è fretta per un matrimonio. Anche se il prossimo anno appare il momento più probabile per quest’evento, che sarà celebrato sicuramente in maniera discreta negli Stati Uniti. Paul non rivelerà nulla in anticipo e smentirà sicuramente ogni voce su un argomento simile”

Ad ogni modo, proprio in questo momento si starebbe decidendo anche il futuro della figlia avuta da Heather, Beatrice di 6 anni, con la quale il Fab Four è stato avvistato ai Caraibi insieme, naturalmente, a Nancy.

L’attuale compagna di Paul ha 48 anni e di mestiere fa la vicepresidente della New England Motor Freight. A vedere le immagini in fotogallery i due appaiono molto uniti. Sir Paul sembra davvero aver dimenticato il costo del divorzio dalla sua ex moglie: 24 milioni di sterline pari a quasi 40 milioni di euro.

mercoledì 13 gennaio 2010

Paul McCartney fra i presentatori dei Golden globes

E' stato appena annunciato che Paul McCartney sarà tra i presentatori alla prossima cerimonia dei Golden Globes. Oltre all'ex Beatle ci saranno Harrison Ford e il premio Oscar Reese Witherspoon .
La 67ma cerimonia dei Golden Globes sarà condotta dall'attore inglese Ricky Gervais e si svolgerà il 17 gennaio prossimo.

Votate per Sir Paul !

Come saprete, Paul McCartney è candidato al premio per la miglior canzone al Critics Choice Award, con la canzone "(I want to) come home". La premiazione avverrà venerdì 15 gennaio e sarà trasmessa dal canale VH-1. E' possibile votare per Paul direttamente nel sito del canale.
Per votare per Paul Clicca qui
Per vedere il video di "(I want to) come home" clicca qui

Un cd di Paul McCartney nel prossimo numero del Mail On Sunday


Il giornale britannico Mail on Sunday proporrà domenica prossima un CD di Sir Paul. Si tratta di un disco inedito registrato durante l'esibizione di Paul nell'ormai noto negozio di dischi "Amoeba", a Los Angeles, il 27 giugno 2007. In precedenza era già uscito un Cd dell' evento con 4 brani, ma questa volta verrà proposto con 12 brani. Sfortunatamente non sarà disponibile in Italia!!


ECCO I BEATLES DI ZEMECKIS!

yellow submarine

Robert Zemeckis ha scelto i suoi Beatles. No, non sta mettendo insieme una cover band dei Fab Four, ma assemblando il cast del suo “Yellow Submarine”, remake in motion capture dello storico film d'animazione diretto da George Dunning nel 1968. I quattro protagonisti sono nomi relativamente poco noti, fatta eccezione per Cary Elwes che sarà George Harrison. Gli altri sono: Dean Lennox Kelly(John Lennon), Peter Serafinowicz (Paul McCartney) e Adam Campbell(Ringo Starr). I volti sono parecchio azzeccati (come potete vedere qui), e la cosa fa piacere, anche se il motion capture non ha nemmeno bisogno di questo. Comunque, i quattro attori non si esibiranno nei numeri musicali, che invece saranno interpretati dalla “tribute band” Fab Four.


Paul McCartney in vacanza ai Caraibi



Un fisico ancora tonico per l’ex Beatle Paul McCartney in vacanza ai Caraibi. Il cantante, in vacanza con la nuova compagna Nancy Shevell e la figlia di 6 anni Beatrice, ha alternato nuotate in famiglia a momenti più riflessivi tra yoga e ginnastica. Il divorzio milionario con l’ex moglie Heather Mills sembra ormai alle spalle e Paul, 67 anni, sembra vivere una seconda giovinezza.

martedì 12 gennaio 2010

Esce oggi "Y not" di Ringo Starr


E' uscito oggi in tutto il mondo "Y not" l'ultimo album da solista di Ringo Starr che vedrà la collaborazione di Paul McCartney in due brani. La voce e il basso di ‘Macca’ saranno presenti in Walk with me e in Peace Dream. Walk with me è una canzone sul potere dell’amicizia intesa come sentimento durevole nel tempo. Così ha raccontato Ringo parlando della nascita della canzone e la partecipazione di McCartney al pezzo: “dopo i Grammy Award, Paul venne da me e mentre suonava Peace Dream è nata, dall’improvvisazione, questa nuova melodia su cui ha iniziato a canticchiare. Non poteva esserci nulla di meglio. Il brano è come una conversazione tra noi due”.
All'album hanno partecipato anche Ben Harper, Dave Stewart e Joss Stone.


lunedì 11 gennaio 2010

11 gennaio 1963: esce il singolo “Please please me”,



Il vero inizio della band di Liverpool è l’uscita del singolo “Please please me”. Uscita, datata 11 gennaio 1963, che anticipa di un mese l’incisione dell’album omonimo, la cui apparizione sul mercato inglese è del 22 marzo dello stesso anno, e che arriverà in cima alla classifica. Restandoci per la bellezza di ventinove settimane consecutive.
“Please please me” non fu il primo singolo tratto dall’album – nell’ottobre 1962 era già uscito “Love me do”, che ottenne un successo discreto, arrivando a piazzarsi al diciassettesimo posto in classifica – ma fu il primo di una lunga, lunghissima serie di numeri uno. Come del resto aveva profetizzato quello straordinario produttore che risponde al nome di George Martin, “il quinto Beatle”, che, al termine della sessione di registrazione nel settembre ‘62 – sessione che era stata ripetuta, per suo volere, a distanza di un paio di settimane dalla prima, e con modifiche che portarono alla nascita di quello che Paul McCartney chiama il “ritmo veloce alla Beatles” – annunciò appunto dall’interfono: «Congratulazioni, avete appena finito di incidere il vostro Numero Uno!».
I Beatles fecero la loro primissima apparizione televisiva nel Regno Unito il 19 gennaio 1963, durante la trasmissione "Thank Your Lucky Stars"...dove presentarono proprio "Please Please me"...

lunedì 4 gennaio 2010

Newark chiude, e i passeggeri cantano

Come passano il tempo i passeggeri in un aeroporto chiuso dall'antiterrorismo? Con la musica. È successo ieri a Newark, dove un coro composto di estranei ha intonato le note dei Beatles.

Paul McCartney in "Rock band"


Sarà disponibile da domani 5 gennaio un pacchetto di tre brani live di Paul McCartney, rilaciato con il consueto sistema di DLC aggiuntivo alla già nutrita colonna sonora di Rock Band, nel suo store. Il pack prende il nome di "New York City" e conterrà i brani "Jet", "Band on the Run" e "Sing the Changes", tutti e tre in versione live direttamente estratti dal concerto "Good Evening New York City". Potranno naturalmente essere anche scaricati individualmente, sempre a partire dal 5 gennaio per Xbox Live e dal 7 per il PSN.