giovedì 25 marzo 2010

Auguri Mina...


"Il rapporto di mia madre col passato è pessimo, tende a buttare via tutto. Una volta incise Michelle dei Beatles, arrivò un telegramma di Paul McCartney che si congratulava con lei dicendole che era la più bella versione che avesse mai sentito. Lei lo lesse e disse 'che carino', poi lo buttò nel cestino": così Massimiliano Pani racconta a Repubblica la mamma Mina, che oggi compie 70 anni. "

Tende a guardare avanti e butta via tutto - aggiunge Massimiliano, che collabora anche artisticamente con la madre -. lo fa con i premi o con le memorabilia. Mi ricordo che la nonna aveva conservato il famoso vestito con cui cantò a Sanremo Le mille bolle blu. Appena ha potuto ha buttato via anche quello. Non ci tiene ai feticci anche perché è una che non ama prendersi sul serio".
Nel 1993 Mina esce con un album "Mina canta i Beatles" «un disco modernissmo, fatto di musica, intelligenza e tecnologia» in cui la Tigre di Cremona si confronta con i Fab 4. Il disco propone undici brani, di cui solo i primi sei vengono incisi nel 1993, mentre gli altri sono ripescaggi di precedenti incursioni di Mina nel songbook beatlesiano, come ad esempio "My Love" di Paul McCartney e gli Wings, tratta da Plurale (1976)e "Oh, Darling" tratta da "Uiallalla" (1989). «Nessuna o quasi delle canzoni rispecchia fedelmente la stesura originale, proponendo una versione rivisitata secondo i canoni vocali e gli arrangiamenti cari all'interprete».
La copertina è la copia (quasi) esatta della copertina dell'album Revolver dei Beatles del 1966. Solo che al posto dei Beatles, logicamente si trova il disegno del volto di Mina moltiplicato per 4.
La stessa Mina dichiarò in un'intervista: «Ascoltai per caso un loro motivo in un autogrill e ne fui immediatamente conquistata. Non sapevo chi fossero, ma mi resi conto che stavo vivendo un evento memorabile storico.Come ogni altro essere vivente fui colpita dalla più colossale uniformità di emozioni, passione, partecipazione compatta in massa a quello che è stato più di ogni altro il "fenomeno per tutti", il "caso generale" più vissuto da ogni singolo sulla faccia della terra».
Auguri Mina...


Nessun commento:

Posta un commento