giovedì 30 settembre 2010

Ciao Tony...


Si è spento all'età di 85 anni Tony Curtis indimenticabile interprete con Marilyn Monroe (con la quale ammise in seguito di aver avuto una relazione amorosa) e Jack Lemmon di "A qualcuno piace caldo". Nato il 3 giugno del 1925 nel Bronx, quartiere degradato di New York, figlio di una modesta famiglia ebraica di origini ungheresi, è stato il protagonista di una stagione irripetibile del cinema di Hollywood e senza dubbio si può definire "l'eroe della commedia americana"...
Di solito nel mio blog, mi occupo di notizie che riguardano Sir Paul e i Beatles, i miei miti della musica, ma anche Tony Curtis era un mio mito, un protagonista di quel cinema che amavo tanto da ragazzina...e che amo ancora..e per me era il migliore nella Hollywood che fu.
Grazie alla sua raffinata ironia, all’irresistibile fascino e al suo contagioso sorriso, mi ero letteralmente innamorata di lui, come capita spesso alle ragazzine. Era il periodo di "Attenti a quei due"..e io non perdevo una puntata..la coppia Roger Moore e Tony Curtis bucava il video per la bravura, ma il mio preferito era lui, il playboy americano Danny Wilde..
L' ho amato fin da bambina, vedendolo in tantissimi film come il primo in assoluto che vidi con lui come protagonista "Il mago Houdini" oppure in "Operazione sottoveste"...indimenticabile..
Dicevo appunto che era ironico, per i suoi 80 anni infatti si era fatto fotografare "quasi" nudo dalla rivista Vanity Fair: come si addice ad una leggenda del cinema mondiale. E parlando dell'attore la parola "leggenda" non e' usata a sproposito.

Bernard Scwartz, questo era il suo vero nome. Il suo debutto al cinema avviene nella parte di un ballerino in "Doppio gioco" di Robert Siodmak. Negli anni '50 alterna ruoli leggeri a drammatici, tutti impostati su un fisico prestante e una bellezza diversa da quella dei machi hollywoodiani. Sono gli anni, per le parti brillanti, di "Il principe ladro" di Rudolph Maté, "Il figlio di Ali Babà" di Kurt Neumann e "Il mago Houdini", che ho citato prima, di George Marshall, nei ruoli drammatici lo ricordiamo in "Furia e passione" di Joseph Pevney, "Trapezio" di Carol Reed, "Piombo rovente" di Alexander Mackendrick e "La parete di fango" accanto a Sidney Poitier.

Arriva poi "Spartacus" di Stanley Kubrick dove ritrova Kirk Douglas con cui aveva gia' lavorato in 'I Vichinghi' di Richard Fleischer. Negli anni '60 da il volto al serial killer schizofrenico de "Lo strangolatore di Boston", sempre di Fleischer.
Ma, senza dubbio, viene maggiormente ricordato per le sue interpretazioni nelle due commedie "A qualcuno piace caldo" in cui veste i panni (femminili) di Josephine e la sopracitata "Operazione sottoveste" di Blake Edwards, in coppia con Cary Grant.
Negli anni '70 si fa attrarre dal mondo della TV e interpreta la serie culto "Attenti a quei due", insieme a lui uno dei migliori Bond, Roger Moore, l'elegante e raffinato lord inglese della serie, Brett Sinclair, lui il playboy americano, Danny Wilde...
Le sue ultime apparizioni di rilievo: "Gli ultimi fuochi" di Elia Kazan e "La signora in bianco" di Nicolas Roeg. Sposato per sei volte (ultimo matrimonio con Jill Vandenbergh, 42 anni più giovane), Curtis e' il padre di Jamie Lee Curtis, attrice di buon successo.



..E della serie "alla fine si ritorna sempre ai Beatles"..Tony Curtis fu scelto dai Fab 4 per essere rappresentato nella famosissima copertina di Sgt.Pepper.
Fu Macca ad avere l'idea per quella copertina e l’idea era quella "di metterci dentro tutto ma proprio tutto il mondo intero". Ognuno di loro scelse i personaggi che ammiravano e fu scelto anche Tony Curtis, anche se non si sa bene da chi dei 4.



Un noto collezionista di rarità dei Beatles incontrò qualche tempo fa Tony Curtis, che gentilmente gli firmò il retro della "sagoma" con la sua immagine che era apparsa nella cover: "The Beatles Chose Me For Sgt. Pepper ..Tony Curtis". (I Beatles mi scelsero per Sgt Pepper )


Non c'è che dire..un mito per i Fab 4..un mito per tutti..


Addio Denny Wilde, addio Tony Curtis.

3 commenti:

  1. Un grande attore, un gran bevitore e grande appassionato di donne.
    Indimenticabile nella parte di Danny Wilde nel famoso serial tv "Attenti a quei due"-

    RIP

    RispondiElimina
  2. Ero via e mi sono perso questa notizia. Che tristezza!

    Operazione sottoveste è uno dei miei film preferiti, così come A qualcuno piace caldo.

    indimenticabile!

    RispondiElimina