mercoledì 1 settembre 2010

Intervista a Geoff Baker ..



Come ogni anno, la Beatles Week a Liverpool accoglie svariati personaggi appartenenti al mondo dei Fab 4 e quest'anno è apparso l'ex portavoce di Macca Geoff Baker, alla convention tenutasi presso l'Hotel Adelphi domenica scorsa.

Geoff Baker, che ha lavorato a fianco di Paul McCartney per 14 anni, è tornato sulla sua carriera e su alcuni momenti che ha condiviso con Macca, durante un'intervista con l'autore e presentatore della BBC Radio Merseyside Spencer Leigh.

Baker, come rivelò al Daily Mail nel 2007, ottenne questo lavoro con Paul dopo avergli lanciato degli insulti. "You're going to tear their f***ing heads off with that show.." gli disse.Paul sorrise e disse: "È vero, ci vedremo in giro ..." e aggiunge.."Quella è stata la mia prima intervista. Pochi giorni dopo eravamo in tour".
Baker fu sorpreso di aver ottenuto il lavoro dopo aver detto quello che pensava onestamente sul tour che Paul stava per iniziare, il primo dopo 13 anni e quel tour Geoff ha potuto ascoltarlo di persona..

Le sei settimane di Baker come portavoce del concerto, si trasformarono in 14 anni, fino a quando Paul gli disse "grazie", dopo un evento promozionale andato storto. Baker pensò che fosse una buona pubblicità per Paul incontrare l'illusionista americano David Blaine, che all'epoca faceva un numero nel quale era sospeso nudo in una scatola di vetro sopra al Tamigi nel centro di Londra. Ma quando Baker cercò di presentare Paul a Blaine questo ebbe una crisi e Paul non ebbe altra scelta se non quella di voltarsi indietro e saltare sulla macchina che lo attendeva. Questo evento si rivelò l'inizio della fine per Geoff, che chiese scusa pubblicamente e ammise che il suo errore di valutazione era il risultato di un eccessivo consumo giornaliero di "canabis". Dopo questo evento Baker non fu messo direttamente alla porta, ma a Heather Mills non piacquero le sue rivelazioni pubbliche sul suo consumo di canabis e comiciò a pensare che avesse una cattiva influenza su Paul.

Baker ha ammesso di aver problemi a trovare lavoro come giornalista dopo essere stato licenziato pubblicamente, "Una volta che hai avuto uno scontro con un gigante è difficile raccogliere i cocci. Sono qui oggi perché Bill Heckle mi ha offerto 500 sterline. Me ne avevano offerti 150.000 per un libro su Paul McCartney, ma ho rifiutato e continuo a rifiutare questo tipo di proposta. La vita di Paul è privata e rimarrà tale" ha detto Baker.

Tuttavia Geoff sta lavorando alla scrittura di un nuovo libro "One Fan's Tale", racconto su una stella del rock vista dal punto di vista di un fan, dopo essere stato per decenni nel business del rock, non solo come portavoce, ma anche come giornalista. Ma ci tiene a sottolineare che la rock star in questione è del tutto inventata e non assomiglia per niente a Paul McCartney. Infatti, per evitare qualsiasi fraintendimento, ha fatto sì che la sua rock star sia segretamente 'gay' e Baker è ancora in fase di riscrittura per eliminare qualsiasi somiglianza che potrebbe far pensare a Paul.

Alla morte di Linda McCartney, Paul e Geoff sono stati criticati per aver tenuto nascosto le informazioni sulla sua malattia e la diagnosi finale. Baker ha detto: 'Pettegolezzi che non hanno nessuna importanza '

Ricordando Linda, Baker ha detto: 'Lei era la bontà in persona. Linda era sempre un passo avanti a noi. Una madre e una donna meravigliosa . Linda era così "funky", lei era diversa. Ha lasciato una grande eredità, con le sue attività vegetariane. Linda ha portato il divertimento (nel mondo della musica). E 'stata molto più rock' n 'roll lei che la maggior parte delle persone.

A proposito del suo ex capo, Paul McCartney, Baker ha detto: 'La mia più grande forza o debolezza è che io non l'ho mai visto come un Beatle, ma proprio come una persona'.


Da www.maccablog.co.uk

Nessun commento:

Posta un commento