venerdì 8 ottobre 2010

John Lennon versione Skiantos


John Lennon e i Beatles sono sulla cresta dell'onda più o meno da cinquant'anni. Gli Skiantos, come dice Roberto 'Freak' Antoni, da 32 anni sono «sulla cresta dell'onta». Già questo rende la loro distanza siderale. Per non parlare del genere musicale. Eppure sabato, proprio il giorno in cui John Lennon avrebbe compiuto 70 anni (nasce il 9 ottobre 1940), i padri del rock demenziale tengono al Ruvido Club di via Maserati 9 un Tribute to John Lennon (inizio 22.30, info 051/6311892).
«Lo so, il nostro genere – racconta Antoni – è in antitesi a quello di Lennon e i Beatles e questo tributo può sembrare strano. Eppure noi li abbiamo sempre amati moltissimo e consideriamo un miracolo l'incontro nella stessa città, nello stesso periodo e con un amore per lo stessa musica, di quattro talenti dalla predisposizione spropositata per le note. E John fu forse la mente insieme a Paul Mc Cartney del gruppo, si compensavano a vicenda perché John senza Paul era inacidito e arrabbiato, Paul senza John, pur nella sua enorme capacità melodica, rischiava di essere sdolcinato. Formavano una coppia di autori perfetta». Ma attenzione, avverte il leader degli Skiantos, «a non ricadere nella solita trappola secondo la quale Ringo Starr era il più scadente dei quattro, perché era il miglior batterista che si potesse trovare in circolazione in quegli anni».
Gli Skiantos hanno già 10, 15 canzoni di Lennon su cui hanno lavorato. La scelta tra queste per il concerto (oltre al repertorio della band lungo il suo cammino di «lusinghiero insuccesso») è in parte una sorpresa. Roberto Antoni su questo ha la bocca cucita e delega la responsabilità a Fabio 'Dandy Bestia' Testoni, un altro appassionato della prima ora dei Fab Four. «Di certo interpreteremo Istant karma! e il classico dei classici, Imagine. Ma di Lennon parleremo anche nel corso della serata. Perché per quanto mi riguarda l'ho amato tutta la vita». Consigli d'ascolto: se la chiave interpretativa dei brani di Lennon vi suonerà un po' demenziale, è tutto ok.

Nessun commento:

Posta un commento