sabato 16 ottobre 2010

Stella McCartney: "negavo di essere figlia di Paul, mi fingevo un'altra"

"Quando mi chiedevano se ero la figlia di Paul McCartney negavo, fingevo di essere un'altra". Lo racconta la stilista Stella McCartney in un'intervista a 'Marie Claire', in uscita domani. "Una volta una ragazza mi ha detto che mi capiva, perché lei era la figlia del parroco del villaggio. Ma ora sono felice di usare il mio nome. Adesso - spiega - sono più sicura e orgogliosa di mio padre. Non c'è più stato nulla come i Beatles, dopo 40 anni sono ancora una leggenda".
Sposata con Alasdhair Willis e madre di quattro figli, Stella McCartney ha due nemici: le baleniere e le signore in pelliccia. Da anni, infatti, è impegnata in prima linea sul fronte dell'ecologia e non risparmia critiche neanche al mondo della moda. "Fare shopping è divertente, non dovrebbe diventare una parolaccia. Credo nel riciclo, ma anche nella possibilità di conservare gli abiti, se sono ben fatti. Le borse da avere a tutti i costi ogni stagione? Sono un'invenzione delle riviste di moda. Non voglio spingere la gente a spendere, - dice - vorrei solo rendergli migliore la vita".
E sulle celebrities che scelgono i suoi abiti per i red carpet: "Mi piace fare felici le donne normali ma fa piacere vedere un'attrice in un tuo vestito alla prima di un film. Se poi mi piaccia o meno non voglio fare differenze - conclude - sarebbe maleducato da parte mia non volere qualcuno che mi ha scelto".

Nessun commento:

Posta un commento