sabato 22 gennaio 2011

" Paul McCartney's Solo Music Career 1970-2010, Life, Love, and a Sense of Child-like Wonder" di John Cherry

Non molti dei tanti libri scritti sulla carriera di Paul McCartney, si sono concentrati esclusivamente sulla sua musica. In realtà, la maggior parte di loro sembrano soffermarsi all'infinito sui suoi anni come membro dei Beatles, dando poca attenzione ai suoi 40 anni (e oltre) di carriera solista. John Cherry ha adottato un approccio diverso, esaminando la  vasta carriera solista del cantante nel libro  " Paul McCartney's Solo Music Career 1970-2010, Life, Love, and a Sense of Child-like Wonder" ora disponibile da Peppertree Press. Non è compito da poco fornire un'analisi critica di quattro decenni di musica in poco meno di 200 pagine. Cherry ha sottotitolato il suo libro, "un approfondito esame delle migliori (e peggiori) canzoni del cantante e autore di maggior successo del mondo". Gli otto capitoli sono ordinati cronologicamente, a partire da McCartney del 1970 album di debutto fino ai giorni nostri. Congratulazioni a Cherry per aver svolto un lavoro così ambizioso. Il suo amore e la passione per la musica di McCartney è ampiamente evidente. Purtroppo la promessa di un esame "approfondito" lascia un po 'a desiderare.
Ciò che manca è una valutazione davvero convincente di ciò che funziona e di ciò che non funziona in ogni album di Sir Paul. La maggior parte della sua analisi critica è relativamente superficiale,  descrivendo solamente il contenuto di ogni album.
Questo non è il primo libro di John Cherry sulla musica di McCartney. Nel 2009 ha pubblicato "Better Than Lennon: The Music and Talent of Paul McCartney", un libro di 128 pagine, scritto con l'intento di creare un caso sostenendo che Paul McCartney era artisticamente superiore a John Lennon, sia durante che dopo i Beatles, ma basando gran parte della sua "prova" sul record di vendite e sulle posizioni in classifica di Billboard e la redditività commerciale, si sa, non ha alcuna correlazione con il valore artistico.
In "Paul McCartney's Solo Music Career " è notevolmente migliorato, ma Cherry non viene mai veramente al cuore dei punti di forza di McCartney, ma nemmeno dei difetti come Simon Leng ha fatto nella sua esplorazione della carriera da solista di George Harrison, "While My Guitar delicatamente Weeps: The Music of George Harrison " dove Leng è riuscito a scavare in profondità nella carriera del Beatle scomparso, valutandola senza nostalgia.
Ma ancora una volta Cherry merita un riconoscimento per aver speso tempo e sforzi per la cronaca minuziosa del lavoro di McCartney  realizzato dal 1970. Per chi ha lacune nella carriera di  McCartney, questo libro sarà probabilmente utile a conoscere anche le sue opere più oscure. Maggiori informazioni su John Cherry e il libro "Paul McCartney's Solo Music Career 1970-2010: Life, Love, and a Sense of Child-like Wonder " si possono trovare nel  sito ufficiale dell'autore..oppure potete acquistarlo qui .

Da blogcritics.org/books/article/book-review-paul-mccartneys-solo-music/




Nessun commento:

Posta un commento