giovedì 31 marzo 2011

Rolling Stone: i lettori votano i 10 migliori bassisti di tutti i tempi. Sir Paul al terzo posto

La rivista Rolling Stone ha chiesto ai lettori di votare i 10 migliori bassisti di tutti i tempi e Sir Paul occupa il terzo posto. Un' altra posizione di tutto rispetto per l'ex Beatle, dopo che pochi giorni fa il Blog Gibson Lifestyle lo consacrava miglior bassista di tutti i tempi in assoluto.


Ci si è sempre concentrati sulla sua brillante capacità di cantante e autore sia con i Beatles che durante la sua carriera da solista, trascurando spesso la sua straordinaria capacità di suonare il basso. Ma se ascoltiamo alcuni brani dei Beatles e ci concentriamo profondamente sulla melodia, si scopriranno parti di basso suonate in modo impeccabile. 

Nei Beatles prese il ruolo a malincuore, dopo che il bassista originale, Stuart Sutcliffe, lasciò il gruppo e nessuno voleva prendere il suo posto.

Ben presto ne ebbe l'assoluta padronanza, non solo al basso, ma anche con la chitarra e con la batteria - e lo dimostrò quando Ringo Starr se ne andò brevemente  durante la realizzazione del  "White Album" e Paul prese il suo posto in studio con la massima  facilità. 


Vediamo chi sono i 10 migliori bassisti per la rivista Rolling Stone


10. Victor Wooten


9. Cliff Burton


8. Jack Bruce


7. Jaco Pastorius


6. John Paul Jones


5. Les Claypool


4. Geddy Lee

3. Paul McCartney



2. Flea


1. John Entwistle

mercoledì 30 marzo 2011

La Biblioteca centrale di Liverpool rende omaggio a Paul McCartney



Sir Paul McCartney avrà l'onore di essere tra i nomi affissi in uno speciale pannello murale che coprirà il retro dell'edificio della Biblioteca Centrale di Liverpool e che vuole celebrare artisti che sono nati, hanno vissuto, lavorato, visitato o sono stati influenzati dalla città di Liverpool. La lista comprende artisti come Lynda La Plante, Willy Russell e Frank Cottrell Boyce. Il "pannello letterario" murale coprirà la parte posteriore dell'edificio di William Brown Street, dopo la sua ristrutturazione di 50 milioni di sterline. La decisione è stata presa dopo che nel mese di gennaio il Liverpool City Council annunciava l'intenzione di dedicare differenti parti della rinnovata Biblioteca Centrale ad artisti del Merseyside. Venne così stilato un elenco ristretto di nomi e membri del pubblico furono invitati a dire la loro su chi avrebbe dovuto diventare parte integrante del muro presso la biblioteca.... e il nome dell'ex Beatle è stato il più votato. Proprio la Biblioteca in questione scoprì un premio vinto da Macca per un tema scritto quando aveva 10 anni. Scritto nel 1953 e dedicato all'incoronazione della Regina, era rimasto sconosciuto per più di 50 anni.

La ristrutturazione dell'edificio comprenderà anche una "pavimentazione letteraria", un percorso che porterà da William Brown Street fino all'ingresso della biblioteca. Frasi famose come "la vita è qualcosa che succede mentre uno è occupato a fare altre cose" di John Lennon, avranno anche loro posto nella nuova biblioteca in uno spazio dedicato alle "inspirational quotes". La Biblioteca conterrà anche l'ufficio del Registro di Liverpool con 14 km (8,7 km) di archivio e computer permetteranno ai visitatori di scaricare musica e libri su lettori MP3 e MP4. L'apertura è prevista per la primavera del 2013 e promette di diventare una delle migliori biblioteche pubbliche del Regno Unito

Paul ha dichiarato: "Sono molto contento che il mio nome verrà impresso nel rivestimento esterno della nuova Biblioteca centrale di Liverpool, grazie per avermi fatto questo onore"...

martedì 29 marzo 2011

"McCartney" e "McCartney II" usciranno il 6 giugno

Dopo molte voci riguardanti l'uscita degli album McCartney e McCartney II, ora dal sito  www.maccablog.com viene confermata l'uscita dei remasters per il 6 giugno 2011

 McCartney

2CD digipack (CD bonus with rareties, bonus)
2CD+1DVD: deluxe edition with 100 page book
2LP:Vinyl edition

McCartney II

2CD digipack (CD bonus with rareties, bonus)
3CD+1DVD: deluxe edition with 100 page book
2LP: Vinyl edition


Inoltre pare che gli album Chaos And Creation In The Backyard (2005) - Run Devil Run (1999) Driving Rain (2001) non saranno rimasterizzati, ma saranno ripubblicati nell'edizione identica alla precedente il 23 maggio 2011.

 Da www.maccablog.com

29 marzo 1982: "Ebony and Ivory"

 29 marzo 1982: viene pubblicato "Ebony and Ivory" registrato in duetto da Paul McCartney e Stevie Wonder. . Isingolo viene pubblicato dalla Parlophone/EMI in Europa e dalla Columbia Records negli Stati Uniti ed inserito nell'album "Tug of War" di McCartney, oltre che in numerosi greatest hits di entrambi i cantanti.
Il brano ebbe uno straordinario successo dal punto di vista artistico, commerciale e anche simbolico, perché l’ebano e l’avorio corrispondono anche ai colori dei due cantanti, la cui unione rappresenta dunque il superamento delle barriere razziali e culturali. Tutto nasce dal pianoforte. I tasti neri sono di ebano, quelli bianchi di avorio e suonano in perfetta armonia, per creare melodie immortali. Perché dunque non può succedere la stessa cosa anche nella vita?
L’idea venne a McCartney dopo aver visto in televisione il cabarettista e musico Spike Mulligan dire: «Note nere, note bianche, eppure per fare musica dovete suonarle entrambe». La frase piacque a Paul, che la ritirò fuori dopo un litigio con Linda, alla quale disse: «Va bene, siamo diversi, ma perché non possiamo andare d’accordo, se il nostro pianoforte ci riesce?»
La canzone ebbe uno strano destino: fu un successo immediato e scalò le classifiche di tutto il mondo – in America rimase al primo posto per sette settimane, record assoluto per il McCartney solista – ma la gente si stufò presto. Le radio smisero velocemente di programmarla e qualcuno cominciò a dire che, al di là della bella e nobile idea, il brano era abbastanza moscio, troppo zuccheroso e retorico. Nel 2004 la rivista «Blender» l’ha votata ..a torto..decima peggior canzone di tutti i tempi.

Comunque sia..per me rimane uno dei più brani di Macca.
Da www.ilpost.it/

McCartney è il miglior bassista di tutti i tempi

Paul McCartney è il "Miglior bassista di tutti i tempi" secondo il Blog "Gibson Lifestyle", battendo John Paul Jones dei Led Zeppelin e Flea dei Red Hot Chili Peppers. 
 Secondo Ellen Barnes, editorialista di musica, "Paul McCartney si merita il primo posto perché è un musicista influente. E pensare che divenne il bassista dei Beatles dopo la partenza di Stuart Sutcliffe. "
Il secondo posto spetta alla star della Motown, James Jamerson, che ha suonato il basso in canzoni  come "My Girl" , "I Heard It Through the Grapevine" and "For Once In My Life". Un altro importantissimo riconoscimento per il nostro Macca che il mese scorso ha vinto anche un Grammy Award come Best Solo Rock Vocal per la versione di "Helter Skelter"  in "Good Evening New York City" del 2009.


Da www.gear4music.com

giovedì 24 marzo 2011

LINDA McCARTNEY: nasce il sito ufficiale per celebrare la vita e la carriera di Lady Macca

A Linda Eastman, leggendaria compagna di vita Sir Paul McCartney scomparsa nel 1998, è dedicato il sito web ufficiale www.lindamccartney.com presentato dalla famiglia McCartney per celebrare e raccontare la vita e la carriera della fotografa/musicista/attivista. Il sito web è un omaggio alla vita professionale e personale della prima moglie di Sir Macca: il portale contiene sezioni dedicate alla biografia di Linda e alle sue passioni per la cucina vegetariana, la fotografia, la musica e i film.
Il sito anticipa – in parte – la pubblicazione di un libro speciale dedicato a Linda Mc Cartney dal titolo ‘Linda McCartney: Life In Photographs’, che verrà pubblicato dall’editrice Taschen il prossimo mese.

Da www.beatlesnews.it/primo-piano/1709/linda-mccartney-nasce-il-sito-ufficiale-per-celebrare-la-vita-e-la-carriera-di-lady-macca/

mercoledì 23 marzo 2011

Paul McCartney sarà a Lima il 9 maggio ?

  • Paul McCartney avrebbe scelto il prossimo 9 maggio come data per un concerto all' Estadio Monumental di Lima, secondo quanto rivelato dall'impresario di eventi artistici Jorge Fernandez.
    "Quello che posso dire è che le trattative sono a buon punto e la data che McCartney avrebbe fissato per Lima sarebbe il 9 maggio, il luogo scelto, il Monumentale, è l'unico che può dare le condizioni adatte al concerto, ma non abbiamo ancora ricevuto la conferma finale dall' artista, non ancora ", ha detto Jorge Fernandez.

    L'impresario, che ha già portato i Metallica in Perù lo scorso anno, ha anche detto che non si sa ancora quando ci sarà la conferma definitiva da parte di Macca, ma la trattativa si potrebbe chiudere con l'annuncio di altre date in paesi sudamericani.

    Paul oltre a Lima potrebbe recarsi anche in Cile e in Brasile, anche se non ci sono finora conferme riguardo a un possibile tour, ma si vociferano date per Santiago e Rio de Janeiro, con due concerti allo stadio Maracana.
    E l'Italia Paul?? Mi raccomando .....we are waiting for you!

martedì 22 marzo 2011

Happy birthday "Please Please Me"

48 anni fa, il 22 marzo 1963, veniva pubblicato dalla Parlophone il primo album dei Beatles.

Prima di questo album, i quattro di Liverpool avevano pubblicato solamente due singoli: "Love Me Do" nell'ottobre 1962 e "Please Please Me" nel gennaio 1963. Il primo riscosse un discreto successo, mentre il secondo fu la prima canzone dei Beatles a raggiungere la prima posizione nelle classifiche di vendita del Regno Unito, come lo stesso Martin aveva previsto.
Una cosa sorprendente è il fatto che l'album venne registrato in sole quindici ore di lavoro l’11 febbraio 1963, ad eccezione dei singoli che erano stati incisi nell’autunno precedente.
Originariamente, il produttore aveva pensato di intitolare l’album "Off The Beatle Track", ma quest’idea tramontò a favore di "Please Please Me". Quanto alla copertina, dopo aver scartato altre ipotesi, alcune originali e altre “dozzinali” e “atroci”, Martin si rivolse al fotografo Angus McBean che convocò i membri del gruppo presso la EMI in Manchester Square e chiese loro di sporgersi dalla ringhiera delle tromba delle scale dell’edificio.
In Italia l'album uscì nel novembre 1963, ma con titolo e copertina diversi: era infatti chiamato semplicemente "The Beatles", pur se le canzoni contenute erano le stesse della versione britannica.
L’album rappresenta una innovazione nel panorama della musica britannica di quel periodo. All'epoca i 33 giri avevano in genere 12 canzoni, 6 per parte. I Beatles, per la delizia dei loro fans di tutto il mondo, pubblicarono un disco con ben 14 canzoni, sette per parte. Il disco contiene sia canzoni già pubblicate su 45 giri che canzoni pubblicate qui per la prima volta, e questa fu una novità per i tempi, quando i 33 giri non erano altro che raccolte di canzoni già pubblicate su 45 giri. Inoltre i gruppi inglesi si limitavano in genere a eseguire cover di canzoni d’oltreoceano, perciò "Please Please Me", con gli otto pezzi originali firmati dal duo Lennon McCartney, aprì la strada al futuro, prolifico rock inglese.
Non tutte le canzoni hanno come autori John Lennon e Paul McCartney, ma sono cover di altri autori:
  • "Anna (Go to Him)" è una canzone scritta da Arthur Alexander e cantata, nella versione originale, dallo stesso autore;
  • "Chains" è un brano scritto da Goffin e King;
  • "Boys", scritta da Luter Dixon e da Farrell, e Baby It's You, scritta da Burt Bacharach, sono due canzoni delle Shirelles, un quartetto vocale femminile americano che piaceva molto a John Lennon e che ha inciso numerosi pezzi davvero notevoli;
  • "A Taste of Honey" è stata scritta da Scott e Marlow;
  • "Twist and Shout" è una canzone scritta da Medley e Russell e portata al successo dagli Isley Brothers.
"Love Me Do" ha avuto due versioni: quella su LP vede come batterista Andy White, in quanto il produttore dei Beatles, George Martin, nel 1962 non aveva ancora piena fiducia in Ringo Starr, mentre la prima versione del 45 giri britannico ha come batterista proprio Ringo Starr. Quest'ultima versione è stata poi inclusa nei recenti CD antologici pubblicati.


  1. I Saw Her Standing There (Lennon, McCartney) - 2:55
  2. Misery (Lennon, McCartney) - 1:50
  3. Anna (Go to Him) (Arthur Alexander) - 2:57
  4. Chains (Goffin/King) - 2:26
  5. Boys (Dixon/Farrell) - 2:27
  6. Ask Me Why (Lennon, McCartney) - 2:27
  7. Please Please Me (Lennon, McCartney) - 2:03
  8. Love Me Do (Lennon, McCartney) - 2:22
  9. P.S. I Love You (Lennon, McCartney) - 2:05
  10. Baby It's You (David/Williams/Bacharach) - 2:38
  11. Do You Want to Know a Secret (Lennon, McCartney) - 1:59
  12. A Taste of Honey (Scott/Marlow) - 2:05
  13. There's a Place (Lennon, McCartney) - 1:52
  14. Twist and Shout (Medley/Russel) - 2:33

lunedì 21 marzo 2011

"McCartney" e "McCartney II" usciranno a giugno

Poco tempo fa vi avevo annunciato l'uscita nel 2011 di altri due album rimasterizzati di Macca, precisamente "McCartney" e "McCartney II"(  vedi http://paulmccartney-fanclub.blogspot.com/2011/02/mccartney-i-e-mccartney-ii-in-uscita.html )
Ora pare ci sia anche la data, si parla del 7 giugno "McCartney" del 1970 e "McCartney II" del 1980 usciranno rimasterizzati con etichetta Concord Hear Music, album che fanno parte della serie The Paul McCartney Archive Collection 

McCartney (Apple PCS 7102 (U.K.)/Apple SMAS 3363 (U.S.), 1970 – reissued Concord/Hear Music, 2011)
  1. The Lovely Linda
  2. That Would Be Something
  3. Valentine Day
  4. Every Night
  5. Hot as Sun/Glasses
  6. Junk
  7. Man We Was Lonely
  8. Oo You
  9. Mamma Miss America
  10. Teddy Boy
  11. Singalong Junk
  12. Maybe I’m Amazed
  13. Kreen – Akore

McCartney II (Parlophone PCTC 258 (U.K.)/Columbia FC 36511 (U.S.), 1980 – reissued Concord/Hear Music, 2011)
  1. Coming Up
  2. Temporary Secretary
  3. On the Way
  4. Waterfalls
  5. Nobody Knows
  6. Front Parlour
  7. Summer Day’s Song
  8. Frozen Jap
  9. Bogey Music
  10. Darkroom
  11. One of These Days