venerdì 1 aprile 2011

Scoop!!! Svelata la vera identità di Paul McCartney...(ma è solo un pesce d'aprile)...





Come ogni anno eccoci al fatidico primo aprile...o..giorno del pesce d'aprile.. per antonomasia dedicato agli scherzi.

Il giorno in cui è consigliato guardarsi alle spalle...Infatti lo scherzo più gettonato è sempre quello di appiccicare un pesce di carta alla schiena di qualcuno...Chi non l'ha fatto almeno una volta a un compagno di scuola, a un familiare, a un collega in questo giorno...

( ricordo di averlo fatto persino a una mia professoressa ).

Ma..visto che la fantasia non ha limiti, ci si può sbizzarrire, sempre nel lecito e nei limiti del buon gusto..ovvio.

Non mancano mai le iniziative ..diciamo così..interessanti.

Radio Capital  ad esempio, ha svelato, in uno scoop, l'identità di Paul McCartney:

dietro a Sir Paul in realtà dal 1966 si nasconde il suo sosia William Campbell, un ex poliziotto. La notizia, in esclusiva mondiale, è stata lanciata questa mattina da Radio Capital grazie ad una corrispondente inglese che si trovava davanti ad una delle abitazioni dell’ex Beatles, a Londra in Cavendish Avenue numero 7. Radio Capital ha raccontato il suo scoop nel programma “Ladies and Capital” di Betty Senatore e Silvia Mobili che hanno dovuto stravolgere la loro scaletta e si sono occupate della clamorosa vicenda con collegamenti ed interventi. Oltre alla cronista inglese Rita Gibb, in studio la reazione a caldo di Ernesto Assante di Repubblica, che si chiede: “Quali altre rivelazioni arrivaeranno a questo punto da Yoko Ono?”. Poi il collegamento con Roberto Giacobbo, conduttore di Voyager: “Avevamo nel tempo raccolto molte prove sulla vera identità di McCartney”. Infine, la reazione di un fan club beatlesiano. La storia: è la conferma di quella che sembrava solo una leggenda metropolitana. Paul McCartney, secondo alcune testimonianze, sarebbe morto in seguito ad un incidente stradale nel novembre 1966. Nel culmine della loro carriera gli altri Beatles si affrettarono a trovare un sostituto. La scelta cadde su un ex poliziotto che assomigliava tantissimo a Paul e che sapeva anche suonare. Grazie ad un lavoro certosino del produttore George Martin e a diverse operazioni chirurgiche, William prende il posto di McCartney senza che nessuno se ne accorga. Negli anni a venire, però, sono stati diversi i messaggi in codice nelle canzoni dei Fab Four a conferma di quello che realmente accadde.

Buon pesce d'aprile a tutti....

Se volete sentire l'intera trasmissione cliccate sui link...Divertitevi!

http://www.capital.it/capital/radio/programmi/Ladies-And-Capital/3713660/3722981

http://www.capital.it/capital/radio/programmi/Ladies-And-Capital/3713660/3722982

http://www.capital.it/capital/radio/programmi/Ladies-And-Capital/3713660/3722983

http://www.capital.it/capital/radio/programmi/Ladies-And-Capital/3713660/3722984

http://www.capital.it/capital/radio/programmi/Ladies-And-Capital/3713660/3722985


Da http://tv.repubblica.it/spettacoli-e-cultura/lo-scherzo-di-radio-capital-vera-la-leggenda-di-mccartney/65375?video


4 commenti:

  1. uffa ma questi scherzi di cavolo sempre dall'italia provengono!! ecco perche' Paul non viene!!! xD

    RispondiElimina
  2. Sono Silvia Mobili, una delle autrici dello scherzo. Ho anche intervistato Paul McCartney a Milano qualche anno fa e ti assicuro che si sarebbe fatto una gran risata.
    Dimenticavo di dire che sono una super beatlesiana e che ogni riferimento che abbiamo fatto dal nome della sedicente giornalista giornalista Rita (Lovely Rita..) al messaggio che abbiamo trasmesso al contrario aveva dei riferimenti beatlesiani calcolati.
    s.mobili@capital.it
    prima ascolta lo scherzio e poi giudica se si è trattato di uno scherzo del cavolo. :=) Ciao

    RispondiElimina
  3. Ciao Silvia e Luca! Innanzitutto grazie di seguire il mio blog...!E complimenti a Silvia per lo scherzo..ben orchestrato non c'è che dire! Forse ci sarei cascata anch'io se l'avessi seguito in diretta...Solo una cosa.. non sono d'accordo quando il critico di Repubblica Assante dice che "i successi di McCartney dopo i Beatles non sono stati così travolgenti"..;)) Continua a seguire il mio blog! Beatles forever! Tizy

    RispondiElimina
  4. Ok Silvia, il mio era solo un commento a caldo, seguiro' il tuo consiglio, quando avro' un attimo di calma ascoltero' con piacere lo scherzo, che da come mi sembra di intuire sara' sicuramente degno della leggenda del PID :)

    RispondiElimina