lunedì 16 maggio 2011

iTunes Store: le vendite salgono? E' merito dei Beatles!



Se mi chiedi chi erano i Beatles ti rispondo che sono quel gruppo che nel 2011, a circa quarant’anni di distanza dalle loro ultime incisioni,  hanno risollevato le vendite musicali negli Stati Uniti dopo un decennio di calo costante.
L’ultima analisi di Nielsen Soundscan rivela che nel 2011 le vendite di singoli e album negli U.S.A. sono salite dell’1,6%. Una cifra bassa ma sufficiente per entusiasmare il settore: non si vedeva un segno “+” davanti a quel dato da tempo immemore. E’ proprio l’autorevole agenzia di rilevazioni statistiche a sostenere che ad aver fornito una spinta decisiva alla crescita sia stata la digitalizzazione del catalogo dei Fab Four, disponibile in esclusiva su iTunes Store dal novembre 2010.


Vi ricordate quel giorno che secondo Apple non avreste dimenticato tanto facilmente? Si, esatto, quello in cui i quattro baronetti sono arrivati su iTunes Store dopo la firma di un contratto che sembrava non dovesse mai essere siglato. Quel giorno può non aver cambiato più di tanto le vostre vite, ma ora abbiamo la certezza che qualche effetto tangibile sul mercato l’ha avuto.
“La vendita degli album di catalogo è salita del 5.4% nel 2011, in parte grazie all’atteso accordo del 2010 che ha consentito per la prima volta la distribuzione digitale degli album dei Beatles,” scrive il Nielsen Wire.
Che a contribuire alla crescita siano, più in generale, le vendite digitali e quindi, in larga parte, iTunes Store, è un dato di fatto. L’acquisto di singoli e album in versione digitale è salito rispettivamente del 16,8% e del 9.6%, mentre la vendita di CD e album fisici ha registrato una decrescita ulteriore (come ormai avviene tutti gli anni) rispetto allo stesso periodo del 2010. Una curiosità che non passa inosservata: la vendita dei vinili è cresciuta del 37% dall’inizio del 2011 in confronto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Nessun commento:

Posta un commento