mercoledì 27 luglio 2011

Paul McCartney a Montreal: una leggenda vivente!


Era il 12 agosto 2010, quando Paul McCartney emozionò il Centre Bell di Montreal. Rieccolo, a meno di un anno di distanza su quello stesso palco e senza ombra di dubbio è stato grande la scorsa estate ed è ancora perfetto quest'anno!
Macca ha iniziato il concerto con 50 minuti di  ritardo,  per motivi sconosciuti, salendo sul palco indossando un'inedita giacca rossa e aprendo con "Hello Goodbye"..ed è stato subito perdonato dai suoi 16.993  fan presenti, addiruttura, dopo la terza canzone in programma ( "All My Loving" ), il pubblico gli ha riservato una standing ovation che avrebbe fatto ingelosire tutti gli artisti che hanno cantato fin'ora al Centre Bell. Lo aspettavano dalle 19:25, non solo con una pazienza esemplare, ma anche con un entusiasmo raro..come non perdonarlo?
Ma la gioia palpabile tra il pubblico non è solo un fatto di nostalgia per i Beatles,  anche se le scene da "A Hard Day's Night" sul grande schermo alle spalle di Macca durante "All My Loving" e le foto di lui con George Harrison durante la sua versione di "Something" sono colpi al cuore per i fan più accaniti. E' qualcosa di più..E' amore puro.

L'anno scorso, Montreal aveva riservato il benvenuto più caloroso del  tour di Macca, il che spiega il suo rapido ritorno, e due concerti. E ieri notte è sembrato sinceramente toccato dall'intensità degli applausi, delle urla e dell'affetto che i fan gli stavano riservando.
"Ho l'impressione che ci sarà un party qui stasera", ha detto subito dopo aver tolto la giacca rossa. "Bene, iniziamo subito allora!"  lanciando "Birthday", la sorpresa della serata,  che ha eseguito come solo lui sa fare!
E poi è stata la volta di brani come "I'm Looking Through You", o la  bellissima "The Night Before" che ha cantato per la prima volta in Canada e la dolcissima "I Will", rallegrandosi poco prima per il fatto che Kate Middleton, il giorno del matrimonio col Pricipe William, avesse risposto " I will "invece che "I do ". E infine la sempre verde "Maybe i'm amazed"
 che aveva  "dimenticato" lo scorso anno.
McCartney ha anche tentato di parlare in francese, presentando "Michelle" al pubblico di Montreal, lanciando qualche battuta e scherzando con il suo umorismo simpaticamente e deliziosamente britannico, con una naturalezza e una facilità eccezionale, dando a ciascuno degli spettatori l'impressione di un incontro intimo con quella parte così importante del proprio passato. 


Perché un concerto risulti indimenticabile è necessario avere di fronte un artista all'altezza di questa sfida enorme. E nessuno come Paul McCartney, che a 69 anni mantiene ancora energia,  freschezza ed entusiasmo invidiabili, è all'altezza di quella sfida.

Stasera si replica, stesso palco, stessa ora, stesso Macca!


Setlist :

Hello Goodbye
Junior's Farm
All My Loving
Jet
Birthday
Sing the Changes
The Night Before
Let Me Roll It
Paperback Writer
The Long and Winding Road
Nineteen Hundred & Eighty Five
Let 'Em In
Maybe I'm Amazed
I'm Looking Through You
I Will
Blackbird
Here Today
Dance Tonight
Mrs. Vandebilt
Eleanor Rigby
Michelle
Something
Band On The Run
Ob-La-Di Ob-La-Da
Back In The USSR
I've Got A Feeling
A Day In The Life/Give Peace a Chance
Let It Be
Live And Let Die
Hey Jude

Lady Madonna
Day Tripper
Get Back

Yesterday
Helter Skelter
Golden Slumbers/Carry That Weight/The End









2 commenti:

  1. si ma non si possono vedere quei capelli tinti, in quella maniera poi. che se li faccia bianchi e si faccia crescere pure una bella barba , bianca pure quella.

    RispondiElimina
  2. ognuno ha i suoi gusti...Per me non è male nemmeno così..;=)
    Ciaoo

    RispondiElimina