venerdì 16 settembre 2011

Contratto dei Beatles all'asta il 20 settembre.

L'onda Beatkles ai fan a San Francisco, l'aeroporto, nel 1964.
Il 20 settembre saranno messi all'asta a Los Angeles un contratto dei Beatles  redatto per un concerto negli Stati Uniti, accompagnato da una lista di richieste. I documenti dimostrano la loro sensibilità ai problemi razziali e le loro modeste richieste personali.
Nel contratto, sottoscritto per il concerto tenutosi il 31 agosto 1965 al Cow Palace di Daly City in California, i Fab Four si rifiutarono di suonare davanti ad un pubblico "segregato", se ci fosse stata una separazione razziale tra il pubblico, com'era comunemente in uso a quel tempo.   
Proprio il 1965 si intensificarono le lotte per i diritti civili dei neri americani.
Le richieste dei Beatles erano tutto sommato molto meno impegnative rispetto a quelle di molti artisti di oggi ad esempio chiedevano un minimo di 150 poliziotti in uniforme di protezione ed una speciale piattaforma per Ringo e la sua batteria. La lista di richieste continuava con : "energia elettrica e acqua. In tutti i camerini ci devono essere letti, specchi, un congelatore, una TV portatile e degli asciugamani puliti". 
Firmati da Brian Epstein, i documenti  hanno un valore stimato di 5.000 dollari e saranno venduti dalla casa d'aste Nate D. Aste Sanders  di Los Angeles il 20 settembre.


Nessun commento:

Posta un commento