lunedì 28 novembre 2011

Paul ad Assago...qualcosa di strepitoso..

Va bene che per me questo è stato il primissimo concerto di Paul, quindi sarà anche l'emozione che mi fa dire certe cose, ma.. il concerto di ieri sera è stato strabiliante!
Un Paul in formissima, proprio come me lo immaginavo da una vita! Un animale da palcoscenico, un alieno, una divinità, o, come ha detto un mio amico, una Santità. Il primo che mi dice che è scarso con la voce lo mando a quel paese.
Sale sul palco alle 21, con la giacchetta "beatlesiana "nera col colletto rosso . 
Attacca con "Hello Goodbye", al posto di "Magical Mistery Tour" .  "Ciao Milano" ..e mi sembrano le parole più belle mai pronunciate prima.
Prosegue con "Junior's Farm" e "All my Loving"..e a quel punto sono già in lacrime...E via proseguendo con "Jet", "Drive my car", stupendissima, "Sing the changes", dall'album "Fireman2, fino ad arrivare a "I will" che ha sostituito "And i love her". Stupenda "Come and get it", che mai avrei immaginato un giorno l'avrei sentita da lui dal vivo. Eccelsa "1985", una delle mie preferite. Poi è la volta di "Maybe i'm amazed", altre lacrime.. Prima di "Dance Tonight" accenna a "O sole mio", come a Bologna la sera prima ..e si arriva a Mrs Vanderbilt, l'adoro..Tra canzoni degli Wings e dei Beatles siamo arrivati quasi a fine concerto e il mal di piedi si fa sentire, ma Paul dà la carica e quando parte con "Live and let die" il mal di piedi è dimenticato.
Poi c'è Hey Jude, un capolavoro assoluto, non ha bisogno di commenti, e ancora oggi la canta con gli "occhioni" azzurri.
Poi esce e torna sul palco per il primo dei due bis...e attacca con "The word" e "All you need is love", belle belle belle...Poi "Day Tripper" e "Get Back".."Do you wanna get back?" chiede come di solito fa ai suoi fan ..e alla risposta affermativa del pubblico risponde.."me too". Ed è il momento del secondo bis..la fase finale del concerto, e Paul sale sul palco con la bandiera italiana. E' la volta di "Yesterday", la canzone perfetta, "Helter Skelter", un'altra di quelle canzoni che desideravo con ansia ascoltare dal vivo, infine il "medley".."Golden Slumbers"...e qua si sprecano le lacrime.."Carry that weight", "The end". 
E se ne va, tra un tripudio di "coriandoli" tricolore, non prima di aver detto il suo "See you next time"...E lo spero vivamente di cuore Paul..adesso che so cosa si prova, lo spero davvero. Ci vediamo la prossima volta.



SETLIST:


Hello Goodbye
Junior’s Farm
All My Loving
Jet
Drive My Car
Sing the Changes
The Night Before
Let Me Roll It
Paperback Writer
The Long and Winding Road
Come and Get It
Nineteen Hundred and Eighty-Five
Maybe I’m Amazed
I’ve Just Seen a Face
I Will
Blackbird
Here Today
Dance Tonight (
con l'intro di "O sole mio" )
Mrs Vandebilt
Eleanor Rigby
Something
Band on the Run
Ob-La-Di, Ob-La-Da
Back in the U.S.S.R.
I’ve Got A Feeling
A Day in the Life / Give Peace A Chance
Let It Be
Live and Let Die
Hey Jude


Encore:


The Word/All You Need Is Love
Day Tripper
Get Back


Encore 2:

Yesterday
Helter Skelter
Golden Slumbers / Carry That Weight / The End





Helter Skelter, Golden Slumbers, Carry That Weigt, The End.

9 commenti:

  1. è stato IMMENSO. Tre ore ininterrotte di pura energia

    RispondiElimina
  2. I'VE JUST SEEN A FAAAAAACE!!!!!! la volevo a bologna... T-T va beh oh...me ne farò una ragione eh! è stato SCONVOLGENTE!!!

    RispondiElimina
  3. L'aggettivo giusto è proprio STREPITOSO. Ero al Forum e direi che si è trattato di una festa più che di un concerto. Comunque il Macca era in formissima e ha cantato molto bene e la band è formidabile, la migliore che lui abbia mai avuto (a parte i Fab four naturalmente)
    Good vibrations...
    Daniele

    RispondiElimina
  4. Ero a Bologna e mi sono reso conto per l'ennesima volta che come il MACCA non c'è nessuno!
    Tre ore in piedi sono passate in un baleno! Sarei rimasto lì fino alle 6 del mattino!!!
    Tra l'altro si è dimostrato,come sempre, un signore parlando in italiano e tirando 3 ore di concerto senza risparmiarsi!
    Commozione totale!!!

    RispondiElimina
  5. Ti capisco. Ricordo nel 1989 al Palatrussardi (il forum mi pare non ci fosse ancora) il mio primo concerto di Paul. L'aspettavo da anni, l'emozione fu incredibile ed il concerto stupendo con una grande band ed una grande energia. Con ieri sera sono 6 (Milano 1993, Roma 2003, Zurigo 2004, Londra sotto la neve... l'anno scorso e credevo sarebbe stato l'ultimo ma Paul regala sempre sorprese), uno più bello dell'altro. Te ne auguro altrettanti... non ci si stanca mai.
    Ricky

    RispondiElimina
  6. Ad Assago per me è stata la prima volta , ho pianto tutto il tempo dalla felicità , lo aspettavo da anni questo evento , mi sono perso per un soffio il concerto al Colosseo nel 2003 , avevo le ferie la settimana prima con la moglie , ha cantato tutte le mie preferite , ma non se ne ha mai abbastanza , 3 ore di concerto , pieno di magia , il quarto momento più bello della mia vita.
    Spero di vederlo di nuovo , grazie Sir Paul , grazie di cuore..........

    RispondiElimina
  7. Ho letto i vostri post ed è bellissimo scoprire che quello che ho provato io l'avete provato anche voi!Pensavo di essere stata l'unica a piangere,bè... mi sbagliavo. Non smettete mai di amare quest'uomo..E forse un giorno lo potremo ancora sentir dire "See you next time". Grazie a tutti. ciao :)
    Tizy

    RispondiElimina
  8. daeran just me4 dicembre 2011 21:20

    *__* E' stato anche il mio primo concerto di PAul e capisco benissimo quel che vuoi dire. E' stato qualcosa di incredibile. Sapevo che i concerti del Macca sono sempre pieni di energia ma mai mi sarei aspettata qualcosa del genere. Mi sono commossa appena iniziato il concerto, cantavo ridevo e piangevo con Hello Goodbye. Poi è successo tutto così in fretta. Sono passate tre ore e me ne sono accorta solo quando ho sentito le prime note di The End. E' un mostro, un genio nell'intrattenere e nel caricare il suo pubblico. Ha una carica di adrenalina ed un amore totale per la musica che non si può descrivere ma si può chiaramente sentire. E' contagioso ha contagiato irrimediabilmente i membri della sua band, si vede che amano quello che fanno. Ed ha contagiato tutti noi già nei primi secondi del concerto. Vi giuro che con Helter Skelter saltavo e cantavo come una pazza. Non ho pianto quanto avrei pensato, e non ho tutta la nostalgia che avrei immaginato. Sono ancora euforica per aver assistito ad uno spettacolo così incredibile e l'unica forma di tristezza che provo è dovuta al fatto che non so quando potrò assistervi di nuovo. Ma capiterà, ne sono sicura. Dovessi andare io a Londra a cercarlo XD Mi ha caricata troppo per sparire così ^__^
    Ma il filmato lo hai girato tu? Anche io ero lì vicino ^__^
    Manu.

    RispondiElimina
  9. ciao Manu, bellissime parole! Eh si...l'ho girato io...Non è perfetto, ma è un ricordo fantastico..Si vede e si sente tutta la carica di Paul in quel video..:)

    RispondiElimina