giovedì 23 agosto 2012

Negata per la settima volta la libertà sulla parola a Mark David Chapman.

AP Photo


L'assassino di John Lennon si è visto respingere per la settima volta la richiesta di libertà sulla parola.

La commissione dello Stato di New York ha giustificato la decisione scrivendo che il suo rilascio ''minerebbe gravemente il rispetto per la legge e tenderebbe a rendere insignificante la tragica perdita di una vita umana causata da un crimine odioso, immotivato, violento, freddo e calcolato''.

Chapman, 57 anni, condannato nel 1981, sparo' al musicista la sera dell'8 dicembre del 1980, mentre Lennon stava rientrando a casa insieme alla moglie Yoko Ono nei pressi di Central Park e New York.

L'uomo e' attualmente detenuto nel carcere di massima sicurezza di Alden, a New York, e potra' avanzare una nuova richiesta di liberta' sulla parola fra due anni.

Nessun commento:

Posta un commento