domenica 16 giugno 2013

"Io e mio padre dormimmo nello stesso letto per mesi tanto forte era il dolore per la morte della mamma".

Durante i suoi concerti il pubblico capisce subito che il suo modo di suonare ha poco in comune col famosissimo padre, tuttavia, nel corso dello spettacolo si viene conquistati dalla sua musicalità.
Se i suoi testi profondi, spirituali hanno qualcosa dei Beatles, sono più Harrison che Lennon e McCartney.E 'chiaro, anche per i suoi detrattori. che James è un artista nato, quasi come se la fiducia e il carisma di Paul siano state tramandate nei suoi geni.

Eppure padre e figlio sono caratterialmente diversissimi. Mentre Paul è loquace, James ha una parlata dolce e sensibile.

Questa è la sua prima vera intervista ed è chiaro che non vede l'ora di farlo come andare ad una visita dal dentista. Ma se si parla del suo background è difficile, James è onesto e simpatico e guardando dritto negli occhi il suo intervistatore parla dei vantaggi e delle difficoltà di crescere in una tra le più famose famiglie del mondo.



"Sono naturalmente prudente a causa del modo in cui sono stato educato," dice James. "Ma capisco le persone che sono interessate a quello che io sono. Per me è solo musica. Detto ciò voglio che la gente sappia chi sono davvero, io preferisco dire la verita ".

Nell'intervista James ha parlato del disastroso matrimonio di Paul con Heather Mills ("Lei non mi piaceva"), della "nuova" moglie Nancy che James adora e che considera la sua nuova madre, del dolore per la perdita della madre Linda e di come ha 'perso' parte dei suoi 20 anni a causa delle droghe, una spirale verso il basso che si è conclusa con la riabilitazione e che ha causato una frattura con il padre.
Anche se ha suonato la chitarra sin da piccolo è solo ora che James ha deciso di seguire le orme del padre nel business della musica, una prospettiva che egli descrive sia 'emozionante che un po' snervante '. Non è difficile da indovinare perché ci è voluto così tanto tempo per trovare il coraggio.

"E' difficile essere all'altezza dei Beatles", ammette James. " Ho iniziato a suonare sotto falso nome perché volevo iniziare con calma.

"Ho dovuto aspettare di avere un buon numero di canzoni e un periodo in cui sia io che la mia musica fossimo pronti. Non voglio sprecare del tempo. Voglio guadagnarmi da vivere ".

Di certo non ha sprecato del tempo.



Ora è in tour negli Stati Uniti. Viaggiando in un minivan bianco con il suo piccolo entourage (il suo manager, il tour manager e la guardia del corpo) hanno percoso più di 13.000 miglia, sostando in motel economici.
L'obiettivo è quello di introdurlo nel mercato statunitense e pubblicizzare il suo nuovo album solista, "Me".

"Non ho bisogno di un enorme entourage. E' più economico guidare che volare così andiamo in giro in un minivan.
Non abbiamo bisogno di soggiornare in alberghi a cinque stelle. Non ha senso farlo in questo modo. Voglio guadagnare il rispetto della gente".

Sul palco è autoironico - "Questo è quello che ho scritto con mio padre. Potreste aver sentito parlare di lui."

"Ho avuto una bella infanzia. Ero timido, ma mi divertivo a scuola. Ero protetto dalla mia famiglia" ha detto James.

"Capisco la gente che vuole sapere di più su di me, ma è difficile divulgare della mia vita personale. Non ho mai parlato così prima d'ora. Non vorrei che mio padre ne rimanga sconvolto. Non voglio si innervosisca."

Era consapevole, da bambino, che suo padre era 'diverso'? "Sì, ​​certo. Sono stato trattato come gli altri a scuola, ma succedeva sempre qualcosa quando uscivamo. Inoltre c'erano delle persone che venivano a trovarci". Si ferma prima di elencare una serie di nomi di amici di famiglia che si sono recati negli anni alla fattoria di famiglia a Peasmarsh - George, Ringo, Paul Simon, Carl Perkins.

"Per me erano solo gli amici di mamma e papà, ma non tutti avevano un padre che era un Beatle e questo io non lo sapevo."

Il suo 'mondo perfetto' fu sconvolto quando alla madre che adorava fu diagnosticato un tumore al seno incurabile.

"Avevo 17 anni quando scrissi la mia prima canzone e subito dopo alla mamma fu diagnosticato un cancro. E' morta quando avevo 20 anni e da lì sono entrato in un periodo molto buio. Ho studiato arte, fotografia e inglese al college. Ho passato un sacco di tempo a casa con mamma e papà. Ho avuto un po' di critiche dal college perché non ero realmente presente, ma non ho mai rimpianto il tempo che ho passato con lei."

La morte della madre lo 'devastò' a tal punto che andò a cercare conforto nella droga e nell'alcool.




Linda morì nel ranch di famiglia in Arizona nell'aprile 1998.
"Io e papà eravamo entrambi sconvolti. Quella prima notte, in Arizona, quando lei era morta da poco ho pensato che sarebbe stato troppo triste per papà dormire da solo così ho continuato a fargli compagnia. Il periodo dopo la sua morte non fu il più sano per me. E 'stato molto dannoso per il mio rapporto con la mia famiglia. Iniziai ad idolatrare i Nirvana e Kurt Cobain e ancora oggi. Lui era il mio modello.
Fu un periodo agitato. Mi affidavo sempre più alla droga. Ho finito per dover andare in riabilitazione in Arizona, ma ci sono stato per una settimana. Ho rinunciato ai farmaci per un po'. Vivevo a Brighton e avevo una fidanzata. Un periodo strano quello per me. Camminavo molto per Brighton. Facevo miglia e miglia. Lo trovavo molto terapeutico. Ho pensato un sacco a Dio, sono sempre stato interessato alla spiritualità e in questo momento sto leggendo la Bibbia. Poi ho rotto con la mia ragazza così iniziai di nuovo a fare uso di droghe". Questo comportamento causò una dannosa frattura con la sua famiglia, nonostante Sir Paul sia sempre stato aperto all' uso di droghe.

"Sono stato tanto senza vedere papà. Ci siamo allontanati. Ci telefonavamo dopo qualche mese, ma siamo stati molto tempo senza vederci. E' stato triste per tutti e due".

Furono solo i problemi al cuore di Paul nel 2007 ed un intervento chirurgico di angioplastica, che li portarono ad un riavvicinamento. "Papà sta bene ora, ma quell'episodio mi ha fatto capire quanto lui fosse importante per me. Soffriva a suo modo [a causa della separazione dalla Mills e della successiva causa di divorzio]. Era sotto stress. Col senno di poi avrei voluto essergli stato più vicino".

Cinque anni fa, James ha dato in affitto la sua casa di Brighton e si è trasferito nella fattoria di famiglia, prendendo residenza a Waterfall. "Waterfall è come una piccola lanterna nel bosco. E' stato un momento molto creativo, buono".

Dice di aver riallacciato con il padre, ha anche suonato in due suoi album prima di iniziare la sua carriera, sotto il nome di "Light".



Sir Paul ha dato la sua approvazione alla carriera solista di James suonando e cantando in un suo brano dall'album "Me" dal titolo "Thinking About Rock & Roll". Inoltre ha sorpreso tutti in marzo saltando sul palco durante il concerto di James ("Non avevo idea che cosa stesse per fare. Salì sul palco con Ronnie Wood. Non è fantastico?")

Oggi James è un 'several months sober' e fa meditazione due volte al giorno. Ha un personal trainer e come il resto della sua famiglia è rigorosamente vegetariano. E' single in attesa di incontrare 'la donna giusta'.E a chi vuole che lui sia 'il nuovo Paul' "Voglio solo cercare di scrivere buone canzoni,'" spiega.

"Sto cercando di essere il meglio che posso. La musica è in me. Non ho molta scelta. La gente potrebbe ascoltare una delle mie canzoni oppure venirmi a vedere per il mio famoso cognome, ma se la mia musica non è buona non ci verrà più".

E' solo quando si parla di Heather Mills, che James visibilmente indietreggia.

Egli dice: "Il mio rapporto con Heather non fu molto buono. Non mi piaceva. Ma non vorrei dire qualcosa di negativo su di lei, perché lei è una buona madre per Beatrice e questa è la cosa più importante. Beatrice è adorabile. E' fantastica, una vera gioia per tutta la famiglia."

Fino alla nascita di Beatrice, nata nel 2003, James è stato il più piccolo della famiglia e stravedeva per le sorelle maggiori. Gli chiedo se ha mai provato gelosia per Stella per il suo enorme impero della moda?

"Sono una persona abbastanza competitiva quindi è un po' difficile. Ma lei è in un settore completamente diverso. Tutta la mia famiglia non è mai stata altro che pienamente solidale con lei".

Più tardi il suo volto si rompe in un ampio sorriso quando parla della sua matrigna, Nancy. Recentemente ha comprato casa nel nord di Londra e dice che Nancy ha intenzione di aiutarlo a decorarla.

"Nancy è come la mia seconda mamma. Sento che è così. Sicuramente. E' una persona molto vera. L'ho conosciuta un anno prima che sposasse papà. Lei è stata una delle mie più grandi sostenitrici, facendomi preseguire nei miei sogni. Vuole che io abbia la mia carriera. Lei fa papà molto, molto felice. Tutti noi l'adoriamo. Mi sono allontanato dalla mia famiglia per un po'. Ora voglio tuffarmici di nuovo. Amo papà così tanto. Mi trovo in un posto felice. Non sono sballato, il che è una buona cosa. Voglio solo essere la persona migliore che possa esistere".


Nessun commento:

Posta un commento