sabato 25 giugno 2011

25 giugno 1967: I Beatles presentano per la prima volta "All you need is love" via satellite

Il 25 giugno 1967 viene trasmessa per la prima volta via satellite in ventisei nazioni "All You Need Is Love" durante il programma televisivo "Our World", il primo in diretta planetaria.
La BBC aveva commissionato ai Beatles una canzone come contributo del Regno Unito al programma e Lennon scrisse "All you need is love".
La canzone apparve originariamente come singolo nel Regno Unito, e nella versione statunitense dell'LP del 1967 "Magical Mystery Tour".
Era stata richiesta una canzone contenente un messaggio semplice che fosse comprensibile per gli spettatori di tutte le nazionalità. "All you need is love" ampliava il messaggio che John aveva per la prima volta cercato di esprimere nella canzone "The Word". "Era una canzone molto ispirata e volevano veramente dare un messaggio al mondo", disse Brian Epstein, "Il bello della canzone è che non può essere mal interpretata. È un messaggio chiaro che dice che l'amore è tutto". John era affascinato dal potere degli slogan che uniscono la gente e non ebbe mai paura di creare arte impegnata socialmente e politicamente. Quando nel 1971 gli chiesero se canzoni come "Give Peace a Chance" e "Power to the People" fossero canzoni di propaganda, rispose: "Certamente. Come lo era "All You Need Is Love". Sono un artista rivoluzionario. La mia arte è impegnata per il cambiamento".
Divenne uno degli inni dei figli dei fiori, e tutto quanto, dalla coreografia, all'abbigliamento dei Beatles e dei tanti coristi di accompagnamento presenti nello studio di registrazione, tra i quali spiccavano le figure di Mick Jagger, Keith Moon e la moglie Kim McLagan , Keith Richard, Graham Nash, Eric Clapton, Marianne Faithfull, era stato preparato minuziosamente per trasmettere al mondo un messaggio di pace, di speranza, di amore, di anticonformismo e di protesta. 
I Beatles, stante la preoccupazione di George Martin, ottennero di cantare dal vivo su basi preregistrate frutto delle registrazioni iniziate il 14 giugno contenenti numerose sovraincisioni e una geniale apertura con le note della Marsigliese oltre a citazioni da "In the Mood" di Glen Miller, dei Concerti Brandeburghesi di Bach e "She loves You". 
Pubblicata come singolo il 7 luglio, "All you need is love" si piazzò immediatamente al primo posto delle classifiche e vi rimase per tre settimane. Nel 2004 la canzone ha raggiunto il 362° posto nella lista delle 500 più grandi canzoni di tutti i tempi.
In Italia, invece, il disco uscì il 4 luglio 1967, ma non andò oltre il nono posto della Hit Parade (da Storia della hit-parade di Dario Salvatori) pur permanendo per ben otto settimane nelle classifiche.
Una curiosità: si calcola che il programma fu visto da 350 milioni di persone ....un vero successo!
We were big enough to command an audience of that size, and it was for love. It was for love and bloody peace. It was a fabulous time. I even get excited now when I realise that's what it was for: peace and love, people putting flowers in guns.
Ringo Starr
Anthology



Nessun commento:

Posta un commento