martedì 7 giugno 2011

The Making of "Coming Up"

Paul McCartney, che compirà 69 tra due settimane, è una rock star da oltre mezzo secolo, un periodo paragonato a quello vissuto da Duke Ellington e Louis Armstrong, dei veri monumenti della musica. Una rapida ricerca su Google e "scopriamo" che McCartney è "certificato" come "leggenda vivente"...e su questo siamo tutti pienamente d'accordo. 
Difficile essere una leggenda vivente certificata. Fortunatamente McCartney è nel bel mezzo della riedizione dei suoi album solisti e con gli e Wings, iniziata lo scorso anno con Band on the Run (1975) e continuerà  a fine mese con la rimasterizzazione di McCartney (1970) e McCartney II (1980)- una bella opportunità di ascoltare questi album di nuovo, o per la prima volta, per chi era  troppo giovane o non era ancora nato.
In esclusiva per Vanity Fair, dal DVD bonus incluso nella ristampa di "McCartney II", ecco a voi un affascinante "making of" del video di "Coming Up", il singolo dell'album. "Coming Up" è molto ben concepito ed  elegantemente prodotto, con l' orchestra di Paul che sembra presa in prestito da un vecchio film di Buster Keaton.
Per quanto riguarda i due album, entrambi sono lavori esclusivamente da vero solista, degli album "one-man-band". "McCartney", nato dopo la liberazione e la stanchezza dopo la rottura dei Beatles, è il maggiormente conosciuto, simboleggiato dal brano "Maybe I'm Amazed", ma "McCartney II", in cui Paul sembra apparentemente "energizzato" nell'ascoltare album di Gary Numan, è il più affascinante, anche se si deve superare un brano strumentale, con il titolo infelice di "Frozen Jap", che ha lo stesso sound di un video gioco della Atari. D'altronde questo era il sound del 1980. Il lato positivo del libro mastro, “On the Way” è un blues che avrebbe potuto stare sul White Album e "Waterfalls" è una ballata bellissima che qualcuno dovrebbe essere orgoglioso di avere scritto, anche se quel qualcuno ha già scritto brani come "Yesterday" e "Here, There and Everywhere".
In verità, entrambi gli LP sono album da intenditori, affascinanti per i contesti in cui sono stati realizzati e per quello che rivelano musicalmente di McCartney. Oltre a questi due album, i fan che stanno conoscendo adesso Macca dovrebbero ascoltare e acquistare"Band on the Run" o aspettare le riedizioni di "Ram", "London Town", "Flowers in the Dirt", "Off the ground" o "Flaming Pie". 
Qui sotto il video in esclusiva per Vanity Fair del making of di "Coming Up".

Nessun commento:

Posta un commento